Vai menu di sezione

Migrazione consapevole, informazione rap

02/07/2019

Un video-TG musicale parla ai giovani dei rischi dell'immigrazione irregolare

“Informare, come migrare, è un diritto. Ma essere informati correttamente è essenziale per fare le scelte giuste prima di muoversi. Nei nostri paesi, o verso l’Europa, poco importa.” Sono parole della giovane artista senegalese Zeinixx in un TG realizzato a ritmo di rap, format molto in voga in Africa occidentale, nell’ambito di un progetto dell’UNESCO sull’accesso all’informazione dei giovani in Sahel sulle sfide e le opportunità legate alla migrazione in Africa occidentale e centrale e verso l’Europa. “I giovani africani, donne e uomini – aggiunge Zeinixx – hanno il diritto di accedere ad un’informazione credibile sulla migrazione, così come i media e i giornalisti africani devono essere sostenuti per informare meglio la gioventù del continente sulle sfide e le opportunità che si presentano a loro in ambito migratorio”.
Il video vede protagonisti diversi rapper senegalesi famosi e ha il linguaggio e il ritmo delle giovani generazioni, quelle più esposte ai rischi di una migrazione irregolare. La canzone si intitola “Journal Rappe”. Finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS), il progetto mira a rafforzare la capacità dei media e di giovani giornalisti di otto paesi del Sahel – Senegal, Mali, Niger, Guinea-Conakry, costa d’Avorio, Ghana, Nigeria e Camerun – a produrre un’informazione di qualità sui fenomeni migratori che caratterizzano un’area geografica dove la grande maggioranza dei flussi avvengono all’interno dell’Africa occidentale e centrale. Il progetto è stato realizzato dall’associazione senegalese Africulturban, impegnata nella promozione delle culture urbane in Senegal e in vari paesi del Sahel.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Martedì, 02 Luglio 2019 - Ultima modifica: Mercoledì, 03 Luglio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto