Vai menu di sezione

Campagna mondiale “Fair Recruitment” sul lavoro domestico

13/02/2020

Promossa dall’Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico e dall’International domestic workers federation

È chiamata “Fair Recruitment” la campagna informativa partita (12/2/2020) da Las Vegas sul lavoro domestico in Italia. L’iniziativa, inserita in una campagna di caratura mondiale, è diretta a colf e badanti migranti. Informerà i lavoratori domestici sul corretto processo che consente di lavorare in modo regolare in Italia e li metterà in guardia sui rischi legati al ricorso a intermediari informali non riconosciuti dalla legislazione nazionale e internazionale.
In Italia l’iniziativa è denominata “Fair recruitment on domestic work in Italy” e mira quindi a prevenire pratiche fraudolente durante il processo di reclutamento e collocamento dei lavoratori, a proteggere i loro diritti, ad aumentare l’interesse generale e la consapevolezza della politica nazionale e internazionale sul tema del corretto ingaggio.
La campagna è promossa da Domina, Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico, firmataria del CCNL di categoria in Italia, e da Idwf, International domestic workers federation, organizzazione mondiale che si rivolge esplicitamente ai lavoratori domestici irregolari nata a seguito della Convenzione ILO 189/2011.

Nel mondo, secondo quanto emerso nel convegno Domina del dicembre 2019, vi sono oltre 120 milioni di lavoratori domestici senza contratto, il 75% del totale. Nel primo Rapporto Annuale sul lavoro domestico, realizzato dall’Osservatorio nazionale Domina in collaborazione con la Fondazione Leone Moressa e pubblicato a dicembre 2019, si stima che fra i due milioni di lavoratori domestici che operano in Italia, 1,2 milioni siano irregolari (quasi il 60% del totale).

La nota di Domina

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 13 Febbraio 2020

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto