Vai menu di sezione

CINFORMI NEWSLETTER n. 11/2009 immigrazione

CINFORMI NEWSLETTER n. 11/2009 immigrazione

“NOI NON SEGNALIAMO DAY” Una mobilitazione nazionale con eventi e manifestazioni contro la segnalazione degli immigrati senza permesso di soggiorno bisognosi di cure sanitarie. L'iniziativa è stata promossa il 17 marzo scorso da Medici senza Frontiere, Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione e Osservatorio Italiano sulla Salute Globale. Secondo le organizzazioni promotrici, il provvedimento di legge in discussione alla Camera creerebbe nell’immigrato irregolare paura e diffidenza ostacolandone l’accesso alle strutture sanitarie, con pericolose conseguenze soprattutto per i minori, le donne in gravidanza e i malati cronici. National mobilization with events and shows of support against the reporting of immigrants without residence permits requiring health care. The initative was promoted on 17 March by Doctors without Borders, Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione and the Italian watchdog on world health. According to the promoting organisation, the bill being discussed by parliament would create fear and diffidence among illegal immigrants, discouraging access to health services, with dangerous consequences above all for children, pregnant women and the chronically ill. 16/03/2009

IMMIGRATI, LAVORO STABILE Oltre il 71% degli immigrati in Italia ha un contratto a tempo indeterminato, rispetto ad una media nazionale di circa il 64%. Il 68% dei non italiani lavora nella piccola impresa. Il 13,3% dei lavoratori immigrati è occupato a tempo determinato, mentre la percentuale degli italiani è del 10%. I dati emergono da una ricerca realizzata dalla Fondazione Leone Moressa sulla presenza straniera nel mercato del lavoro in Italia. Dallo studio emerge tra l'altro che i lavoratori immigrati sono concentrati soprattutto nelle imprese con meno di 50 addetti. I ricercatori hanno evidenziato che in generale gli immigrati sono impiegati nei lavori meno qualificati. Over 71% of immigrants in Italy have a permanent contract, as compared to a national average of around 64%. 68% of non-Italians work in small businesses. 13.3% of immigrant workers have temporary contracts, whereas the percentage of Italians is 10%. This is the data emerging from research carried out by the Leone Moressa Foundation on the presence of foreigners in the Italian labour market. Among other things, the study also reveals that immigrant workers are concentrated above all in businesses with less than 50 workers. The researchers have highlighted that in general immigrants are employed in less qualified jobs. 18/03/2009

ASILO, ECCO IL VADEMECUM Un opuscolo informativo per facilitare l’orientamento, attraverso le procedure amministrative, dei richiedenti protezione internazionale. Il documento è stato elaborato dalla Commissione nazionale per il diritto di asilo, dal Servizio centrale del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, dall'Agenzia Onu per i rifugiati e dall’Associazione studi giuridici sull’immigrazione, con la supervisione del ministero dell’Interno. Il testo del vademecum, indirizzato principalmente ai cittadini stranieri, sarà disponibile in 10 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, arabo, tigrigno, amarico, somalo, farsi e curdo. An informative booklet facilitating orientation for applicants seeking international protection has been produced, outlining the administrative procedures. The document has been drawn up by the national commission for the right to asylum, the central office for protective systems for asylum-seekers and refugees, the UN agency for refugees and the Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione, with the supervision of the Ministry of the Interior. The text of the guide, mainly directed at foreign citizens, will be available in 10 languages: Italian, English, French, Spanish, Arabic, Tigrinya, Amharic, Somali, Farsi and Kurdish. 16/03/2009

“MUNDIALITO” A TRENTO Il calcio come momento di incontro per favorire il dialogo fra i popoli. Ha preso il via la quarta edizione del torneo di calcio internazionale “Città di Trento”. La manifestazione sportiva, organizzata dalla comunità ecuadoriana del Trentino, quest’anno vede la partecipazione di 16 squadre composte da giocatori provenienti da ogni parte del mondo. Scopo della manifestazione è avvicinare trentini e “nuovi trentini” attraverso la pratica sportiva. Il torneo proseguirà per tutta la primavera con gli incontri preliminari. Le finali sono previste verso la fine di maggio. Football as an opportunity for coming together and encouraging dialogue between peoples. The fourth edition of the "City of Trento" international football championship has kicked off. This year the sports event, organised by the Ecuadorian community in Trentino, sees the participation of 16 teams made up of players from all over the world. The scope of the event is to bring the Trentino people closer to the "new Trentini" through sport. The preliminary matches in the championship will continue throughout the spring, with the final expected to take place around the end of May. 13/03/2009

VIDEO NOTIZIARIO SETTIMANALE DI CINFORMI NEWS in quattro lingue sul sito del Cinformi A partire dall'11 aprile 2008, con cadenza settimanale, vengono messe on-line (tramite“YouTube”) le principali notizie della settimana in italiano, in arabo, in inglese e in romeno. NEWS IN YOUR OWN LANGUAGE headlines on Cinformi website Since 11 April 2008 the four main news ( in Italian, Arabic, English and Romanian language) have been posted weekly on You Tube. 18/03/2009

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 19 Marzo 2009 - Ultima modifica: Mercoledì, 27 Giugno 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto