Vai menu di sezione

“No man’s land”, osservatorio sulla rotta balcanica

12/08/2019

Aggiornamento a luglio 2019

Secondo i dati dell’UNHCR (Agenzia Onu per i rifugiati), aggiornati alla fine di maggio 2019, sono in aumento gli arrivi di profughi in Bosnia Erzegovina e in particolare nel Cantone Una Sana, il territorio più prossimo alla zona Schengen. Il Centro studi e ricerche Idos ospita l’aggiornamento dell’osservatorio sulla rotta balcanica “No man’s land”. La presenza di migranti nei paesi balcanici è tra le 7.500 e le 8.500 persone, di cui solo 4.344 collocate nei centri di ricezione; 1.744 da gennaio 2018 a maggio 2019 hanno fatto richiesta di asilo. Da qui la segnalazione della necessità di trovare altre sistemazioni e un lungo elenco di priorità e di problemi. Una lettura integrale del report può dare il senso della situazione.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Lunedì, 12 Agosto 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto