Vai menu di sezione

Lotta all'immigrazione clandestina

05/07/2007

“Una delle priorità da affrontare è la criminalità che opera nel nord dell'Italia, soprattutto legata all'immigrazione clandestina”, lo ha detto il capo della Polizia...

“Una delle priorità da affrontare è la criminalità che opera nel nord dell'Italia, soprattutto legata all'immigrazione clandestina”. Lo ha detto Antonio Manganelli, nuovo capo della Polizia, alla commissione Affari costituzionali del Senato. La notizia è riportata fra gli altri da “repubblica.it”. Manganelli ha affermato che l’incidenza della criminalità diffusa legata all'immigrazione clandestina è una situazione preoccupante nelle regioni del nord Italia. Parlando poi del Rapporto sulla sicurezza, il capo della Polizia ha invitato tutti a non cadere nei luoghi comuni e a superare gli stereotipi sul versante dell'ordine pubblico. Pochi giorni fa lo stesso ministro dell’Interno Giuliano Amato, in occasione della presentazione del Rapporto, ha sottolineato la necessità “di non fare un uso emotivo dei dati che porti all’identificare lo straniero con il criminale”. A un 5% di immigrati regolari in Italia è ascrivibile, infatti, un tasso del 5% di criminalità, con un rapporto tra le percentuali pari a quello rilevabile per i reati commessi da cittadini italiani.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 22 Agosto 2007 - Ultima modifica: Mercoledì, 27 Giugno 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto