Vai menu di sezione

Europa e immigrazione, il programma di Ursula von der Leyen

28/11/2019

Ecco le priorità elencate dalla presidente eletta della Commissione UE

“I cittadini si aspettano dall'Europa soluzioni comuni alla sfida condivisa della migrazione. È un tema che ci ha divisi, ma occorre superare queste divisioni. Abbiamo bisogno di trovare soluzioni che vadano bene per tutti.”
Concertazione e soluzioni ampiamente condivise sono dunque ai primi posti nelle priorità indicate dalla presidente eletta (27/11/2019) della Commissione UE di fronte alla sfida dell’immigrazione. Non solo: nel proprio discorso alla seduta plenaria del Parlamento europeo, Ursula von der Leyen ha sottolineato l’importanza di coniugare solidarietà e rigore.
“L'Europa – ha detto – offrirà sempre rifugio a coloro che necessitano di protezione internazionale. Ed è nel nostro interesse che chi rimane sia integrato nella nostra società. Tuttavia dobbiamo anche garantire che chi non ha il diritto di restare torni nel proprio paese di origine. Dobbiamo sconfiggere i trafficanti e smantellare il loro crudele modello economico. Dobbiamo riformare il sistema di asilo, senza mai dimenticare i valori della solidarietà e della responsabilità. Dobbiamo rafforzare le frontiere esterne per poter tornare a uno spazio Schengen di libera circolazione pienamente funzionante. Dobbiamo investire nei partenariati con i paesi d'origine per migliorare le condizioni e creare opportunità.”
“Il fenomeno delle migrazioni – ha detto infine la presidente eletta in tema di immigrazione – non scomparirà: è destinato a durare. Credo pertanto che un'Europa orgogliosa dei propri valori, orgogliosa dello Stato di diritto debba essere in grado di trovare una risposta umana e allo stesso tempo efficace.”

Discorso integrale alla seduta plenaria del Parlamento europeo

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 28 Novembre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto