Vai menu di sezione

Cile e Trentino più vicini

04/10/2019

La visita della delegazione sudamericana apre la strada a una più stretta sinergia economica e industriale

Ci sono molti punti in comune fra il Trentino ed il Cile e non solo perché nel paese sudamericano è significativa la presenza dei nostri concittadini lì emigrati. Lo ha detto chiaramente l’ambasciatore della Repubblica del Cile in Italia, Sergio Romero Pizzarro, incontrando per una visita istituzionale (3/10/2019) il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti: “Siamo anche noi per molti versi un popolo di montagna”, ha sottolineato il diplomatico.
L’ambasciatore ha ricordato la presenza significativa, soprattutto nel settore vitivinicolo e nell’agricoltura, con aziende a conduzione familiare, di emigrati oriundi trentini, dei quali nel 2021 si commemorerà il settantesimo dalla prima emigrazione programmata. Economia, ricerca, salute e storia comune sono stati gli argomenti principali dell’incontro, al quale erano presenti anche l’assessore provinciale agli enti locali Mattia Gottardi, il direttore generale della Provincia Paolo Nicoletti e il dirigente del Servizio Affari internazionali della PAT Raffaele Farella.
A seguire, la partecipazione degli ospiti ad un seminario nel Palazzo della Provincia sul tema “Cile: opportunità di cooperazione economica e industriale”, promosso da Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo e Consolato Onorario del Cile in Trentino-Alto Adige. La presenza imprenditoriale trentina può riservare ancora significativi spazi di crescita: oltre 8 milioni di euro esportati lo scorso anno e una bilancia commerciale in attivo per il Trentino, con le esportazioni superiori alle importazioni.
“Il Cile – ha detto l’assessore provinciale allo sviluppo economico Achille Spinelli – è un Paese che può riservare importanti spazi di opportunità in ragione della solidità del suo contesto macroeconomico e finanziario, del livello di affidabilità delle sue istituzioni e delle sue imprese e di una sua forte apertura al commercio e agli investimenti internazionali. Crediamo fortemente nella crescita e nello sviluppo del Cile e siamo certi – ha concluso l’assessore Spinelli – che il suo forte contributo al cammino di stabilizzazione e sviluppo dell’intero continente latinoamericano continuerà e crescerà ulteriormente. Siamo quindi pronti a sostenere, pur rispetto alle nostre piccole dimensioni e con un approccio dal basso ma concreto, ogni progetto e iniziativa volta a concretizzare tali auspici".

Il presidente Fugatti incontra l'ambasciatore del Cile Romero Pizzarro (comunicato stampa PAT)

Cile chiama Trentino (comunicato stampa PAT)

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Venerdì, 04 Ottobre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto