Vai menu di sezione

Disciplina di accoglienza

scritta "regole"

La nuova Disciplina classifica più dettagliatamente e in modo più esaustivo i comportamenti ritenuti gravi che prevedono la richiesta di revoca dell’accoglienza da quelli che se ripetuti - a prescindere dalla tipologia - comportano comunque alla quarta contestazione la richiesta di revoca dell’accoglienza.
La nuova Disciplina inoltre stabilisce in dettaglio le modalità e l’entità della riduzione del contributo economico (pocket money e buoni spesa) a seguito della violazione delle regole dell’accoglienza. Risulta infatti opportuno far comprendere alle persone accolte i motivi delle contestazioni affinché queste non vengano sottovalutate. Ciò fino appunto alla quarta contestazione, dopo la quale si procede con la revoca dell’accoglienza.
La nuova Disciplina, come la precedente, garantisce alla persona accolta la possibilità di fare reclamo alla Provincia rispetto alle contestazioni dell’ente gestore dell’accoglienza. Inoltre impegna le persone accolte ad adottare comportamenti virtuosi e rispettosi della dimensione sociale e comunitaria del territorio. Tali comportamenti sono, ad esempio, l’uso consapevole delle risorse energetiche, il mantenimento di buoni rapporti col vicinato e atteggiamenti che non compromettano il rapporto fiduciario con la comunità.

ALCUNI ESEMPI ESTRATTI DELLA NUOVA DISCIPLINA

Violazioni gravi della Disciplina che comportano l’immediata revoca:
1) il beneficiario si comporta in modo violento con terze persone;
2) il beneficiario si comporta in modo minaccioso o ingiurioso con gli operatori e collaboratori dell’ente attuatore, della Provincia o suoi incaricati;
3) il beneficiario assume comportamenti gravemente disdicevoli e socialmente inadeguati o devianti che creano, per la loro natura e le loro conseguenze, situazioni che ledono il rapporto fiduciario con la comunità o di conflitto con le finalità del progetto di accoglienza;
4) il beneficiario detiene o consuma sostanze stupefacenti;
5) il beneficiario è arrestato in flagranza di reato o è detenuto;
6) il beneficiario non consente l’accesso a tutti i locali della struttura e a eventuali pertinenze agli operatori dell’ente attuatore, della Provincia o suoi incaricati;
7) il beneficiario ospita la notte terze persone.

Violazioni della Disciplina che se ripetute comportano la revoca:
1) il beneficiario si comporta in modo minaccioso con terze persone;
2) il beneficiario non partecipa alle attività previste dal progetto di accoglienza e a quelle concordate con la Provincia o con l’ente attuatore;
3) il beneficiario non provvede alla conservazione e pulizia del proprio alloggio nonché degli spazi comuni all’interno e all’esterno della struttura;
4) il beneficiario non rispetta i divieti previsti della Disciplina come ad esempio:
- fumare nella struttura e negli spazi comuni condominiali al chiuso;
- accedere alla struttura in stato di alterazione psico-fisica;
- detenere e consumare alcolici nella struttura;
- consumare sopra i limiti della normalità acqua, gas, energia elettrica, riscaldamento;
- disturbare la quiete del caseggiato o fare rumori inutili o comunque molesti.

Pagina pubblicata Martedì, 09 Ottobre 2018 - Ultima modifica: Sabato, 12 Gennaio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto