Vai menu di sezione

Iscrizione a scuola

L'iscrizione a scuola è consentita ai minori stranieri indipendentemente dalla loro regolarità in qualunque periodo dell’anno scolastico e il diritto allo studio è garantito per legge anche i maggiorenni regolarmente soggiornanti in Italia.

a) L’iscrizione dei minori stranieri già presenti in Italia

  • Hanno diritto all’istruzione indipendentemente dalla loro regolarità, nei modi previsti per i cittadini italiani.
  • Sono soggetti all’obbligo scolastico secondo le disposizioni vigenti in materia.
  • Possono richiedere l’iscrizione in qualunque periodo dell’anno scolastico.

Se privi di documentazione anagrafica o in possesso di documentazione irregolare o incompleta, uno dei genitori, o chi ne esercita la tutela, ne dichiara sotto la propria responsabilità i dati anagrafici. In tal caso i minori sono iscritti con riserva e questo non pregiudica il conseguimento dei titoli conclusivi dei corsi di studio delle scuole di ogni ordine e grado.

Indicazioni per l'accoglienza dei minori stranieri : www.vivoscuola.it 

Modalità di iscrizione

I minori soggetti all’obbligo scolastico vengono iscritti, a cura dei genitori o di chi ne esercita la tutela, alla classe corrispondente all’età anagrafica, salvo che il collegio dei docenti deliberi l’iscrizione ad una classe diversa, tenendo conto di una serie di elementi (ordinamento degli studi del Paese di provenienza, accertamento di competenze, abilità e livelli di preparazione dell’alunno, corso di studi eventualmente seguito nel Paese di provenienza, titolo di studio eventualmente posseduto dall’alunno).

b) L’iscrizione dei cittadini stranieri maggiorenni già presenti in Italia

Il diritto allo studio è riconosciuto per legge anche ai maggiorenni. Tale diritto si estrinseca anzitutto nell’attività che risponde all’esigenza primaria di consentire di imparare la lingua italiana (corsi di alfabetizzazione articolati su vari livelli). Se poi si intende conseguire in Italia la licenza media, si deve fare domanda al preside dell’istituto scolastico, specificando i dati anagrafici e gli studi compiuti. In questo caso si deve anche avere una buona conoscenza della lingua italiana ed essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Chi ha già frequentato la scuola dell’obbligo e desidera proseguire gli studi per conseguire il diploma di scuola media superiore, si può iscrivere direttamente ai corsi di istruzione superiori. Inoltre il cittadino straniero regolarmente soggiornante può iscriversi a vari corsi di formazione professionale organizzati sul territorio provinciale.

c) L’iscrizione dei cittadini stranieri residenti all’estero

Le persone residenti all’estero che intendono frequentare in Italia corsi superiori di studio o d’istruzione tecnico-professionale possono richiedere il visto di ingresso per motivi di studio all’Ambasciata o al Consolato italiano presente nel proprio Paese di origine.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 11 Ottobre 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto