Vai menu di sezione

UE, domande d’asilo in crescita a gennaio 2019

14/03/2019

Ecco i più recenti dati forniti dall’Easo, l’Ufficio europeo di sostegno per l'asilo

Sono 58.600, secondo gli ultimi dati diffusi dall'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo (Easo), le domande di protezione internazionale presentate nel mese di gennaio 2019 nel territorio dell'UE+ (i 28 Paesi dell'Unione Europea più Svizzera e Norvegia). L'aumento del 21% rispetto al mese di dicembre è in linea con le fluttuazioni stagionali, essendo dicembre caratterizzato da un numero inferiore di domande registrate a causa delle festività.
Tuttavia, rispetto a gennaio 2018 le domande presentate sono in crescita del 9%. Siria, Afghanistan e Irak rimangono come nel 2018 i tre principali Paesi di provenienza delle persone che chiedono protezione internazionale.
In particolare, sono in aumento a gennaio 2019 le richieste avanzate da migranti provenienti dalla Siria, pari a 6.099 casi. Anche i cittadini afghani hanno presentato un numero di richieste notevolmente maggiore rispetto a gennaio 2018, confermando un trend in crescita dalla seconda metà del 2018. Gli aumenti più significativi riguardano però la cittadinanza venezuelana (+49%) e soprattutto nigeriana (+57%). Significative le presenze di georgiani (circa 2.400) e moldavi (658), due nazionalità che, sempre su scala mensile, hanno chiesto protezione con una numerosità pressoché inedita rispetto all'ultimo quinquennio. Importanti anche gli incrementi registrati dai richiedenti fuggiti dalla Somalia (+36%), dalla Colombia (+42%) e dal Marocco (+30%).
Per quanto riguarda gli esti delle domande, nel primo mese del 2019 nel territorio dell'UE+ sono stati esaminate 46.833 richieste di asilo. Ha ricevuto un esito positivo il 35% delle istanze (una su tre), poco al di sotto della media del 36% registrata nell'ultimo semestre. Il dato comprende solo lo status di rifugiato e la protezione sussidiaria, escludendo quindi le concessioni di protezione umanitaria. Oltre 450.000 le domande ancora in attesa di essere esaminate.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 14 Marzo 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto