Vai menu di sezione

Specializzazioni mediche, certificazione C1 per gli stranieri

09/05/2019

La novità nel bando del Miur

Per i medici specializzandi stranieri ora c’è un comune denominatore: devono dimostrare di conoscere bene la lingua italiana. È una delle novità del Bando di ammissione dei medici alle Scuole di Specializzazione di Area sanitaria per l’Anno Accademico 2018/2019
A tutti i candidati stranieri è richiesta, come ulteriore requisito, una certificazione attestante la conoscenza della lingua italiana corrispondente al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue (QCER) rilasciata dagli enti certificatori accreditati appartenenti al sistema di certificazione unificato CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità). Anche il semplice “possesso di una laurea conseguita presso un Ateneo italiano” è sufficiente a dimostrare una conoscenza della lingua a livello C1, esentando, quindi, dalla presentazione del certificato. 
Sarà possibile presentare le domande online, attraverso il sito www.universitaly.it , tra il 9 maggio e le ore 15.00 del 21 maggio 2019. La prova unica nazionale per l’accesso si svolgerà il 2 luglio 2019 e gli ammessi potranno iniziare a frequentare i corsi all’inizio di novembre.

http://www.integrazionemigranti.gov.it/Attualita/Notizie/Pagine/Specializzazioni-mediche,-agli-stranieri-serve-la-certificazione-C1-di-lingua-italiana.aspx    

https://www.miur.gov.it/-/bando-di-ammissione-dei-medici-alle-scuole-di-specializzazione-di-area-sanitaria-per-l-a-a-2018-2019

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 09 Maggio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto