Vai menu di sezione

Emergency Trust Fund for Africa


11/06/2019

Per affrontare le cause profonde di instabilità, migrazione irregolare e dislocamento forzato

Sostenere gli sforzi in corso per aiutare le persone più vulnerabili nel Corno d'Africa e dare a tale area un'opportunità concreta per sostenere la pace e la stabilità in tutta la regione. Con questo obiettivo la Commissione Europea ha approvato a fine maggio 2019 sette nuovi programmi e fondi aggiuntivi per due progetti esistenti. Il Fondo fiduciario di emergenza dell'UE per l'Africa è stato istituito nel 2015 per affrontare le cause profonde di instabilità, migrazione irregolare e dislocamento forzato. Le istituzioni dell'UE, gli Stati membri dell'UE e altri donatori hanno finora stanziato 4,2 miliardi di euro al fondo fiduciario. A livello nazionale, sono stati recentemente approvati nuovi programmi: in Sud Sudan un maggiore accesso all'istruzione primaria e secondaria per i bambini nelle aree remote e accesso ai servizi sanitari; in Sudan un migliore accesso alla salute per le popolazioni sfollate e le comunità di accoglienza nel Darfur; in Etiopia sostegno per lo sviluppo socio-economico e costruzione della pace per le comunità vulnerabili ed emarginate nella regione del Tigray. 
Parallelamente a questi, due nuovi programmi approvati sosterranno il Quadro generale di risposta ai rifugiati delle Nazioni Unite (Comprehensive Refugee Response Framework) in Etiopia e nella regione dei Grandi Laghi. Le sfide migratorie in questa regione, che ospita il maggior numero di rifugiati nel mondo, continueranno ad essere affrontate attraverso la seconda fase del programma “Better Migration Management”.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Martedì, 11 Giugno 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto