Vai menu di sezione

Direttiva rimpatri, proposta di riforma

12/06/2019

Approvata dal Consiglio UE; garantito il rispetto dei diritti fondamentali dei migranti

Velocizzare le procedure, aumentare i tassi di rimpatrio, impedire fughe e movimenti secondari. Sono alcuni degli obiettivi della proposta di revisione della Direttiva rimpatri per la quale il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato (7/6/2019) una posizione negoziale parziale. Il Consiglio sottolinea che è garantito il rispetto dei diritti fondamentali dei migranti, in particolare del principio di non respingimento. Dalla posizione negoziale restano escluse le disposizioni relative alla procedura di frontiera per i rimpatri, definita dal regolamento sulla procedura d’asilo attualmente in discussione.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 12 Giugno 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto