salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2018 > “Testimoni privilegiati” nelle scuole trentine

Kof Don
03/05/2018

“TESTIMONI PRIVILEGIATI” NELLE SCUOLE TRENTINE

rappresentanti delle comunità straniere raccontano la propria esperienza

L’iniziativa si inserisce nel progetto “Mondinsieme” che valorizza il ruolo delle associazioni di immigrati in Trentino

“Testimoni privilegiati” di positive esperienze di convivenza e inserimento sociale interverranno da maggio a ottobre 2018 in diverse scuole del Trentino. I testimoni rappresenteranno le associazioni di immigrati che si trovano sul territorio provinciale e arriveranno direttamente da Costa D’avorio, Albania, Moldavia, Ucraina e da altri paesi; in altri casi si tratta di persone che vivono in Italia.
I testimoni sono stati scelti fra persone che hanno raggiunto una certa notorietà e che sono in grado di trasmettere ai ragazzi la positività e la ricchezza della convivenza tra persone di culture diverse. Lo scopo principale è valorizzare la cultura di origine dei giovani immigrati e allo stesso tempo contribuire ad abbattere stereotipi e pregiudizi e aumentare la consapevolezza del valore della diversità da parte dei giovani studenti che parteciperanno agli incontri.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto "Mondinsieme" finanziato a valere sul Fondo asilo, migrazione e integrazione (FAMI) 2014-2020. L'obiettivo del progetto è favorire il benessere psico-sociale dei giovani figli di immigrati presenti in Trentino valorizzando il ruolo delle associazioni dei migranti come tassello di collegamento tra la comunità autoctona e i cittadini stranieri.
Il primo “testimone privilegiato”, scelto dall’associazione interculturale Loloba, che racconterà la sua esperienza in alcune scuole trentine è il ballerino e coreografo della Costa d'Avorio, Konan Koffi Anselme (nella foto). Nato da una famiglia di contadini ed allevatori, Koffi, 41 anni, ha avuto il coraggio di sfidare le regole secolari e le intimidazioni della sua stessa famiglia, per credere nella sua dote e passione per la danza. Oggi viaggia per diversi mesi l'anno principalmente tra Spagna, Italia e Svizzera, per partecipare a vari festival, esibizioni teatrali e stage, ma senza lasciare mai definitivamente la Costa d'Avorio, la sua terra nativa.


Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 03/05/2018)

credits | copyright e policy