salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2018 > “Suona la campanella” in Trentino

scuola
11/09/2018

“SUONA LA CAMPANELLA” IN TRENTINO

sui banchi quasi 10mila alunni di origine straniera

A livello nazionale sono 826mila gli studenti stranieri, di cui il 61% circa nato in Italia

Primo suono di campanella mercoledì 12 settembre (2018) nelle scuole del Trentino. Sui banchi studiano quest’anno scolastico (2018/2019) 9.969 alunni di origine straniera, il 2% in meno dell’anno scolastico precedente. In totale, sono 70.335 gli studenti che iniziano il nuovo anno scolastico. Di questi, 26.830 frequentano la scuola primaria, 16.453 la scuola secondaria di primo grado, 20.957 la scuola secondaria di secondo grado e infine 6.115 l’istruzione e formazione professionale.

Il quadro nazionale
Secondo le anticipazioni del Dossier Statistico Immigrazione Idos 2018 che verrà presentato a fine ottobre (2018), sono 826.000 gli iscritti di cittadinanza straniera nell’anno scolastico 2016/2017 in Italia, circa un decimo (9,4%) della popolazione scolastica complessiva. Il 60,9% del totale degli alunni stranieri, ovvero 503.000 ragazzi immigrati, è nato in Italia e costituisce le cosiddette “seconde generazioni”. Più della metà degli alunni stranieri (56,6%) frequenta la scuola dell’infanzia (20,0%) e quella primaria (36,6%), raggiungendo complessivamente l’11% di tutti gli scolari, mentre meno di un quarto (23,2%) le scuole superiori, raggiungendo una percentuale del 7,1% di tutti gli studenti. Gli alunni immigrati in Italia sono di 190 nazionalità diverse, ma per oltre la metà dei casi si tratta di giovani romeni (158.000), albanesi (112.000), marocchini (102.000) e cinesi (49.500). Le regioni in cui è più alta la loro incidenza nelle scuole sono nell’ordine: Emilia Romagna (15,8%), Lombardia (14,7%), Umbria (13,8%), Toscana (13,4%) e Piemonte (13,0%).

Links correlati:
La nota dell’Ufficio stampa PAT
La nota di Idos

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 14/09/2018)

credits | copyright e policy