salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > 2017 > Migranti residenti in calo in Trentino

stranieri Trento
24/08/2017

MIGRANTI RESIDENTI IN CALO IN TRENTINO

la fotografia dell’ufficio provinciale di statistica

Gli stranieri residenti in provincia di Trento rappresentano l’8,6% della popolazione totale

Al 1° gennaio 2017 la popolazione straniera residente in Trentino ammonta a 46.456 persone. La diminuzione rispetto all’anno precedente è di 2.010 persone, ovvero il 4,1%. I cittadini immigrati costituiscono l’8,6% della popolazione totale, mentre nel 2013 rappresentavano il 9,5%. Rispetto al resto dell’Italia, il Trentino si colloca in una posizione intermedia. In Italia gli stranieri sono l'8,3% della popolazione residente, nel Centro il 10,7%, nel Nord-ovest il 10,6%, nel Nord-est il 10,4%, mentre nel Sud e nelle Isole si riscontrano valori nettamente più contenuti. In Alto Adige gli stranieri sono l’8,9% della popolazione totale: per la prima volta risultano più numerosi rispetto al Trentino con 338 persone immigrate in più.
I dati sulla popolazione straniera residente al 1° gennaio 2017 emergono dalla fotografia dell’Ispat, l’ufficio statistica della Provincia autonoma di Trento.
Per quanto riguarda le Comunità di Valle, l’unica area in cui aumenta il numero di stranieri residenti (anche se in modo contenuto) è la Magnifica Comunità degli Altipiani cimbri (+2,0%). Le maggiori diminuzioni percentuali si rilevano nella Comunità della Valle di Cembra (-11,9%) e nella Comunità delle Giudicarie (-8,1%). In valori assoluti, anche nel 2016 la diminuzione più consistente si verifica nella Comunità della Vallagarina (-549 stranieri residenti) e nel Territorio Val d'Adige (-322).
Le acquisizioni di cittadinanza italiana sottraggono 3.461 persone alla quota totale degli stranieri residenti e sono in aumento rispetto al 2015, registrando 169 acquisizioni in più. Complessivamente, in provincia di Trento sono presenti 142 cittadinanze straniere diverse. I cittadini romeni sono la comunità più numerosa (22,1% del totale dei migranti), seguiti dai cittadini albanesi (12,4%) e dai cittadini marocchini (8,2%); aggiungendo i cittadini ucraini si raggiunge quasi la metà degli stranieri residenti in provincia di Trento (48,2%).
Le donne costituiscono il 53,9% dei migranti residenti. La quota dei giovani è molto consistente: i minori di 10 anni costituiscono il 14,2% dei residenti stranieri totali; le persone con età tra i 18 e i 29 anni sono il 18,5% e quelle tra i 30 e i 39 anni sono il 23,4%. Complessivamente, quasi i due terzi degli stranieri hanno meno di quaranta anni: sono il 63,4% contro il 42,0% nei residenti complessivi. Gli anziani stranieri sono, invece, decisamente pochi: le persone di 65 anni e oltre sono solo il 4,4% del totale migranti, mentre nella popolazione complessiva hanno raggiunto il 21,4%.

Links correlati:
Il rapporto dell’Ispat

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 25/08/2017)

credits | copyright e policy