salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2018 > In calo le acquisizioni di cittadinanza italiana

Passaporto italiano
26/07/2018

IN CALO LE ACQUISIZIONI DI CITTADINANZA ITALIANA

per la prima volta dal 2006 concessioni diminuite del 27,3%

Secondo i dati della Fondazione Leone Moressa, nel 2017 solo 3 stranieri su 100 sono diventati italiani

Dopo un trend di aumento di oltre 10 anni, per la prima volta nel 2017 cala il numero di acquisizioni di cittadinanza italiana. Lo scorso anno sono diventate cittadini italiani 146.605 persone, 55mila (27,3%) in meno rispetto al 2016. Oltre il 60% delle cittadinanze italiane è stato concesso per naturalizzazione e matrimonio. I dati sono forniti in uno studio realizzato dalla Fondazione Leone Moressa.
Dal 2006 al 2016 il numero di nuove cittadinanze è andato costantemente crescendo, con un boom negli ultimi 4 anni: nel 2013 è stata superata quota 100mila acquisizioni, nel 2016 è stata superata quota 200mila. Secondo lo studio della Fondazione Leone Moressa, se si rapportano i dati sulle acquisizioni della cittadinanza del 2017 alla popolazione straniera residente si può osservare un tasso di naturalizzazione del 2,9%. Tradotto, significa che solo 3 stranieri su 100 sono diventati italiani. La spiegazione dei ricercatori riguardo il calo delle concessioni di cittadinanza italiana è che si sta riducendo il numero degli stranieri aventi diritto a richiedere la cittadinanza; a ciò si aggiungono, secondo i ricercatori, i tempi tecnici necessari per la lavorazione della pratica.
Tra le regioni, la Lombardia è quella con il maggior numero di nuovi italiani nel 2017 (42mila); seguono Veneto (oltre 20mila) ed Emilia-Romagna (poco meno di 19mila). Le province record sono Milano (11.400), Brescia (8.153) e Roma (7.619). Negli ultimi cinque anni, infine, oltre un quinto dei nuovi italiani proviene dal Marocco; seguono albanesi, romeni, indiani e bangladesi.

Links correlati:
Lo studio della Fondazione Leone Moressa

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 27/07/2018)

credits | copyright e policy