salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2018 > Aumentano gli occupati in Italia fra autoctoni e migranti

lavoro
11/07/2018

AUMENTANO GLI OCCUPATI IN ITALIA FRA AUTOCTONI E MIGRANTI

quasi la metà dei non comunitari qualificati svolge un lavoro “a bassa soglia”

L'incidenza percentuale dei migranti sul totale degli occupati è del 10,5%

Al primo gennaio 2018 gli occupati migranti sono 2.422.864. L'occupazione straniera è cresciuta di 0,1 punti nel caso dei cittadini comunitari (+1.088 unità) e di 1,3 punti nel caso dei cittadini non comunitari (+20.859 unità), mentre l'occupazione dei cittadini italiani ha registrato un incremento pari a 1,2 punti (+243.000 unità). L'incidenza percentuale dei lavoratori stranieri sul totale degli occupati è pari al 10,5%. In alcuni settori l’incidenza è più alta, come ad esempio nel caso degli "Altri servizi collettivi e personali", dove l’incidenza è pari al 37,3%; in "Alberghi e ristoranti" al 18,5%; in Agricoltura al 16,9%; nelle "Costruzioni" al 16,6%. I dati emergono dall'ottavo Rapporto annuale "Gli stranieri nel mercato del lavoro in Italia", curato dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali in collaborazione con Anpal servizi spa.
Il rapporto evidenzia che più del 70% dei cittadini stranieri è impiegato con una posizione di operaio. Dal punto di vista dell'istruzione, dallo studio emerge come il 47,5% dei cittadini non UE laureati in una disciplina “stem” (science, technology, engineering, mathematics) sia impiegato con una qualifica low skill, a fronte dell'1,8% degli italiani e del 21,9% dei comunitari.
Il rapporto affronta tra l’altro l’aspetto che concerne i servizi e le politiche attive del lavoro. Dall’analisi risulta che il 51,5% dell'utenza straniera in cerca di occupazione si è rivolta a un centro pubblico per l'impiego per verificare l'esistenza di opportunità lavorative.

Links correlati:
La nota del Portale Integrazione Migranti

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 11/07/2018)

credits | copyright e policy