salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2017 > “Sindacati multietnici: i diversi volti di un cammino in divenire”

Ambrosini
04/10/2017

“SINDACATI MULTIETNICI: I DIVERSI VOLTI DI UN CAMMINO IN DIVENIRE”

presentato a Trento il libro su immigrati e impegno sindacale

La presentazione è avvenuta nell’ambito del seminario formativo “I lavoratori immigrati e stranieri: il ruolo del sindacato e quello delle istituzioni”

Se i sindacati sono stati e rimangono attori salienti dell'integrazione degli immigrati nella società italiana, allo stesso tempo hanno trovato tra i nuovi cittadini un nuovo bacino di aderenti, soprattutto grazie all'offerta di servizi in risposta a difficoltà burocratiche e a trattamenti ingiusti nei rapporti di lavoro. Ma anche se elevata, l’adesione degli stranieri al sindacato stenta a tradursi in militanza e partecipazione attiva. Le persone immigrate sono infatti ancora sottorappresentate nelle strutture di responsabilità sindacale.
E’ quanto rileva il libro dal titolo “Sindacati multietnici: i diversi volti di un cammino in divenire” presentato a inizio ottobre 2017 a Trento nell’ambito di un seminario formativo organizzato da TSM (Trentino School of Management) in collaborazione con l’Agenzia del lavoro di Trento e il Cinformi. Il seminario ha approfondito in generale il tema “I lavoratori immigrati e stranieri: il ruolo del sindacato e quello delle istituzioni”. L’incontro è stato inoltre l’occasione per presentare la situazione riguardante il mercato del lavoro degli stranieri in Italia e in Trentino, l’inserimento degli stranieri nel mercato del lavoro locale e i servizi per l’impiego in Trentino.
Attualmente, l’occupazione straniera incide per l’8,8% del totale in Trentino e per il 10,5% in Italia. I sindacati in Italia contano una presenza di oltre un milione di iscritti stranieri. “Tuttavia, essi sono tuttora prevalentemente clienti e non attori della tutela sindacale”, si sottolinea nella ricerca quantitativa curata da Maurizio Ambrosini, Deborah De Luca e Sonia Pozzi dell’Università di Milano. La ricerca evidenzia fra l’altro che “Il passaggio dall'azione per gli immigrati all'azione con gli immigrati e da parte degli immigrati sarà una sfida di primario rilievo per i sindacati dei prossimi anni”.


Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 06/10/2017)

credits | copyright e policy