salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2015 > Trentino, circa 50mila gli immigrati residenti

stranieri in Trentino
06/08/2015

TRENTINO, CIRCA 50MILA GLI IMMIGRATI RESIDENTI

al primo gennaio 2015 rappresentano il 9,3% del totale della popolazione

Rispetto all’inizio del 2014 gli immigrati in Trentino sono diminuiti dello 1,4%, cioè di 729 persone

Al 1° gennaio 2015 la popolazione straniera residente in Trentino ammonta a 50.104 persone, con una diminuzione di 729 unità rispetto al 2014, equivalente ad un decremento relativo dell'1,4%. Le persone immigrate costituiscono il 9,3% della popolazione totale, percentuale leggermente inferiore a quella dello scorso anno (9,5%). I dati vengono forniti da un report recente predisposto dall'Istituto di statistica della Provincia autonoma di Trento. Sempre all’inizio del 2015, il report evidenzia che gli stranieri nati in Trentino nel 2015 sono pari ad 833. Il tasso di natalità, dato dal rapporto fra il numero dei nati vivi residenti e la popolazione media residente, è di 16,5 nati per mille abitanti, in diminuzione rispetto al 2014 del 18,4%. La popolazione straniera è nettamente più giovane di quella italiana residente in provincia di Trento ed è quindi soggetta a una mortalità molto più bassa. Nel 2014 il numero dei morti stranieri residenti ammonta infatti a 54 unità.
In conseguenza dell’alta natalità e della bassa mortalità, il saldo naturale è positivo, ovvero di 779 unità, ma in calo rispetto all'anno precedente, quando è stato di 838 unità. Anche il saldo migratorio calcolato come differenza fra le iscrizioni per immigrazione e le cancellazioni per emigrazione presenta un valore positivo pari a 1.647 persone e risulta inferiore di 664 unità rispetto a quello del 2014.
2056 immigrati sono diventati nel 2014 cittadini italiani. L’aumento di acquisizioni di cittadinanza è del 15,2% rispetto al 2013. Rispetto alla distribuzione sul territorio trentino della popolazione immigrata, le uniche Comunità di Valle a registrare un incremento di popolazione straniera sono la Comunità della Paganella (8,3%), la Comunità della Valle dei Laghi (3,1%) e la Comunità Rotaliana - Königsberg (1,1%). I decrementi percentuali maggiori si osservano invece in aree periferiche: nella Comunità di Primiero (-6,1%), nella Comunità Valsugana e Tesino (-5,0%), nel Comun General de Fascia (-4,0%) e nella Comunità delle Giudicarie (-3,7%). In valori assoluti, la diminuzione più consistente si verifica nella Comunità Alta Valsugana e Bersntol (-141 stranieri residenti), nella Comunità delle Giudicarie (-116) e nel Territorio Val d'Adige (-106).

Links correlati:
La nota dell’Ispat

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 07/08/2015)

credits | copyright e policy