salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2015 > Scuola aperta ai supplenti stranieri

insegnante
27/04/2015

SCUOLA APERTA AI SUPPLENTI STRANIERI

lo prevede una circolare del ministero dell’Istruzione

La circolare segue un’ordinanza del Tribunale di Milano del 4 marzo 2015

Scuola aperta ai supplenti stranieri. Il ministero dell’Istruzione ha infatti disposto (con decreto n. 223 del 16 aprile 2015, con cui è stato modificato il precedente decreto 353/2014) la riapertura dei termini dal 30 aprile al 29 maggio 2015 per la presentazione delle domande di inclusione nelle graduatorie di Istituto del personale docente ed educativo valide per il triennio 2014/17. Tale riapertura dei termini (come chiarito nella nota prot. n.11922 del 20 aprile 2015) vale solo nei confronti degli stranieri (articolo 38 del Decreto legislativo 165/2001, come modificato dall’art. 7 della legge n. 97/2013). La riapertura dei termini arriva in esecuzione dell’ordinanza del Tribunale di Milano del 4 marzo 2015, con cui era stato dichiarato illegittimo il bando per la formazione delle graduatorie triennali per le supplenze di insegnamento (DM 353/2014), nella parte in cui prevede il requisito della cittadinanza italiana e comunitaria.
Gli insegnanti non comunitari interessati dovranno essere titolari di un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari di protezione internazionale o essere familiari non UE di cittadini comunitari, titolari dei diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Oltre a questi si devono aggiungere, come chiarito nell’ordinanza del Tribunale di Milano, i cittadini stranieri titolari di Carta blu UE (articolo 12 della direttiva 2009/50/CE) e i famigliari non comunitari di cittadini italiani (articolo 23 del D.lgs. n. 30/2007).
Sarà necessario essere in possesso di tutti gli altri requisiti generali di ammissione e dei titoli di studio validi per l’accesso all’insegnamento richiesto, previsti dal D.M. 353/2014. Nella domanda di partecipazione dovranno essere dichiarati soltanto i titoli posseduti sempre alla data del 23 giugno 2014 (data originaria di scadenza per la presentazione delle domande di inclusione in graduatoria).
La circolare del 20 aprile chiarisce, inoltre, che le domande eventualmente già presentate da tali insegnanti e respinte sulla base della mancanza del requisito della cittadinanza italiana o comunitaria dovranno essere accolte e valutate. Inoltre, gli insegnanti di conversazione di lingua straniera (classe 3/C), appartenenti alle categorie di cui sopra, già inclusi in graduatoria di III fascia, non devono essere collocati in posizione subordinata rispetto ai cittadini italiani. Le istituzioni scolastiche dovranno pertanto rettificare tali posizioni esclusivamente sulla base del punteggio spettante.

Links correlati:
D.M. 353/2014
Nota Miur del 20 aprile 2015
Anche gli insegnanti stranieri possono accedere alle graduatorie per i supplenti

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 28/04/2015)

credits | copyright e policy