salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2015 > Scuola, 1 milione per l'inclusione

scuola
13/09/2015

SCUOLA, 1 MILIONE PER L'INCLUSIONE

interventi anche per minori non accompagnati

I bandi non riguardano gli istituti del territorio provinciale trentino

Gli istituti scolastici hanno tempo fino al 15 ottobre 2015 per aderire a due bandi del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che mettono a disposizione un milione di euro per migliorare l'integrazione e l’accoglienza degli alunni con cittadinanza non italiana.
***Si precisa che i bandi non riguardano gli istituti del territorio provinciale trentino.***
Un bando prevede 500.000 euro per il potenziamento dell’italiano come lingua seconda, con particolare attenzione agli studenti di recente immigrazione, mentre un altro bando, che prevede sempre 500.000 euro, è destinato ai minori stranieri non accompagnati. Il bando prevede la realizzazione di azioni sia sul piano linguistico che psicologico, in collaborazione con le strutture di accoglienza. La distribuzione dei fondi terrà conto delle realtà dove il numero di minori stranieri non accompagnati è maggiore.
Rispetto ai fondi dedicati ai minori stranieri non accompagnati, la ministra Giannini ha affermato che “si tratta di un fenomeno nuovo e in crescita soprattutto negli ultimi due anni. Nella maggior parte dei casi questi minori hanno fra i 14 e i 17 anni e sono in prevalenza ragazzi. Molti provengono da contesti sociali drammatici e da esperienze traumatiche che la cronaca ci riporta tutti i giorni”.
I due bandi sono pubblicati sui siti degli Uffici scolastici regionali. A questi si aggiunge il documento “Diversi da chi?” inviato agli istituti scolastici. Un vademecum con dieci raccomandazioni e proposte operative desunte dalle migliori pratiche scolastiche esistenti per una più efficace e corretta organizzazione dell'accoglienza e dell'integrazione degli alunni con cittadinanza non italiana. Il vademecum consente di tradurre in azioni pratiche i contenuti della legge “Buona Scuola” in tema di integrazione.
Questi i dieci punti in sintesi:
1) Ribadire il diritto all’inserimento immediato degli alunni neoarrivati.
2) Rendere consapevoli dell’importanza della scuola dell’infanzia.
3) Contrastare il ritardo scolastico.
4) Accompagnare i passaggi; adattare il programma e la valutazione.
5) Organizzare un orientamento efficace alla prosecuzione degli studi. Investire sul protagonismo degli studenti.
6) Sostenere l’apprendimento dell’italiano L2, lingua di scolarità.
7) Valorizzare la diversità linguistica.
8) Prevenire la segregazione scolastica.
9) Coinvolgere le famiglie nel progetto educativo per i loro figli.
10) Promuovere l’educazione interculturale nelle scuole.

Links correlati:
Il comunicato stampa del Miur

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 18/09/2015)

credits | copyright e policy