salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2015 > Mediterraneo, oltre 2000 morti nel 2015

sbarchi
05/08/2015

MEDITERRANEO, OLTRE 2000 MORTI NEL 2015

nel tentativo di raggiungere l’Europa

Secondo l’Oim, negli ultimi mesi il numero dei morti è diminuito grazie al potenziamento dell’operazione Triton

Sono più di 2.000 i migranti morti quest’anno nel tentativo di attraversare il Mediterraneo ed arrivare in Europa. Nel 2014 i decessi in mare sono stati 3.279. I dati sono forniti dall’OIM, l’organizzazione internazionale per le migrazioni. 1930 sono stati i migranti morti nel tentativo di arrivare in Italia, mentre circa 60 sono stati i migranti morti sulla rotta verso la Grecia. L’Italia e la Grecia sono difatti entrambe interessate da flussi migratori molto significativi, rispettivamente circa 97.000 e 90.500 persone.
“E’ inaccettabile che nel XXI secolo le persone in fuga da conflitti, persecuzioni, miseria e degrado ambientale debbano patire tali terribili esperienze nei loro paesi, per non dire quello che sopportano durante il viaggio e poi morire alle porte dell'Europa", affermano i rappresentanti dell’Oim. Nonostante queste tragedie, l’organizzazione riconosce gli sforzi straordinari delle forze navali nel Mediterraneo, che continuano a salvare vite umane ogni giorno. Secondo l’Oim, il numero di decessi è diminuito in maniera significativa negli ultimi mesi e ciò è dovuto in gran parte al potenziamento dell’operazione Triton: il Mediterraneo è ora perlustrato da un maggior numero di imbarcazioni che si possono spingere fino a dove partono le richieste di soccorso. Sono quasi 188.000 i migranti salvati nel Mediterraneo fino ad ora e l’Oim sostiene con forza il proseguimento di tali attività.

Links correlati:
La nota dell’Oim

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 06/08/2015)

credits | copyright e policy