salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > Anno 2015 > Da Hebron al Trentino, calcio senza confini

foto di gruppo
24/07/2015

DA HEBRON AL TRENTINO, CALCIO SENZA CONFINI

partita amichevole sul campo di Borgo Valsugana

La compagine palestinese Al-Ahli ha incontrato sul campo i profughi accolti in Trentino

Il primo club palestinese a giocare in Italia, in ritiro in Valsugana fino ai primi di agosto per completare la preparazione pre-campionato presso l'Ostello Sportivo di Borgo, ha incontrato venerdì 24 luglio 2015, in partita amichevole, i richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino. Un'occasione di incontro fra giocatori – ma prima di tutto persone – dal vissuto molto diverso ma accomunati dalla speranza di un futuro di serenità. Al-Ahli, questo il nome della squadra palestinese, intende infatti farsi portatrice dentro e fuori dal campo non solo dei più nobili valori sportivi, ma anche di un messaggio di pace e speranza. A guidare con grande entusiasmo il team di Hebron (Cisgiordania), che milita con grandi ambizioni nella serie A palestinese, è Stefano Cusin, ex calciatore e da diversi anni allenatore con una vasta esperienza internazionale, già vice del mister Walter Zenga negli Emirati. Sotto la sua guida in pochi mesi l'Al-Ahli ha vinto scudetto e Coppa di Lega a Hebron.

Links correlati:
Galleria fotografica su Facebook

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 25/07/2015)

credits | copyright e policy