salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > News ed eventi > 2017 > Invasi dai rifugiati? Niente affatto…

migranti casari
27/03/2017

INVASI DAI RIFUGIATI? NIENTE AFFATTO…

ecco cosa dicono i numeri

L'Associazione Carta di Roma, in collaborazione con l'Unhcr, ha analizzato i dati del fenomeno

“Proviamo a immaginarli tutti insieme questi 131mila rifugiati che vivono in Italia, anche da molti anni. Prendiamo uno spazio di quelli usati per le grandi manifestazioni o i concerti. Ecco, tutti i rifugiati in Italia non riempirebbero neanche la metà del Circo Massimo a Roma”. È un passaggio di una recente analisi fatta dall'Associazione “Carta di Roma” in collaborazione con l'Agenzia Onu per i rifugiati. Dati alla mano, l'Associazione si è posta – e pone alla comunità – alcuni semplici interrogativi, fornendo puntualmente documentate risposte anche attraverso chiare ed efficaci infografiche: “Quanti sono 131mila rifugiati sul totale della popolazione? L’'allarme invasione' è giustificato di fronte a questi numeri?
“In questi anni – afferma l'Associazione “Carta di Roma” – lo stato ha risposto positivamente (secondo le tre modalità previste: status di rifugiato, protezione sussidiaria e umanitaria) a circa il 40% delle domande d’asilo, una percentuale che nel 2016 è leggermente calata. Negli anni il nostro paese ha accolto circa 131mila rifugiati (dato Unhcr giugno 2016). Proviamo – aggiunge “Carta di Roma” – a confrontare questo dato con quelli di altri stati europei. Per esempio, in Svezia la popolazione è circa un sesto di quella italiana (10 milioni) e i rifugiati sono 186mila, ovvero il 50% in più che nel nostro paese. In Germania (82 milioni di abitanti) i rifugiati sono 478mila, quasi 4 volte quelli presenti in Italia.”

Links correlati:
L'analisi completa dell'Associazione “Carta di Roma”

Inserisci un commento

  • captcha

(ultimo aggiornamento: 30/03/2017)

credits | copyright e policy