salta navigazione

Area riservata
character » riduci carattere ripristina dimensione iniziale carattere aumenta carattere

CINFORMI - Centro informativo per l'immigrazione

Provincia Autonoma di Trento
Sei qui: Home > Guide pratiche > Chiedere asilo > Accoglienza straordinaria richiedenti protezione internazionale (profughi) in Trentino

accoglienza

ACCOGLIENZA STRAORDINARIA RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE (PROFUGHI) IN TRENTINO

La Provincia autonoma di Trento ha risposto a una precisa richiesta del Governo italiano (nel rispetto della normativa nazionale ed europea) di fornire accoglienza alle persone giunte sulle coste italiane

Tutte le informazioni aggiornate sull'accoglienza richiedenti protezione internazionale si possono avere clikando qui:

ACCOGLIENZA RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE, IL QUADRO AGGIORNATO IN TRENTINO

Come avvenuto in occasione dell'Emergenza umanitaria Nord Africa, la Provincia autonoma di Trento ha responsabilmente risposto a una precisa richiesta del Governo italiano (nel rispetto della normativa nazionale ed europea) di fornire accoglienza alle persone giunte sulle coste italiane. Si tratta di migranti partiti dall'Africa con i cosiddetti
“viaggi della speranza” a bordo di barconi sovraffollati, instabili e privi di dotazioni di sicurezza. Sono persone che fuggono da guerre, violenze e persecuzioni, spesso costrette a pagare intermediari senza scrupoli (i cosiddetti “mercanti di morte”) che organizzano i viaggi verso l'Italia.

Nell'ottobre del 2013, per evitare nuove tragedie in mare, ha preso il via l'operazione militare e umanitaria “Mare Nostrum”, con il rafforzamento del dispositivo di sorveglianza e soccorso in alto mare. L'operazione “Mare Nostrum” vede oggi attivi nelle acque del Mediterraneo i mezzi della Marina Militare, accanto a diversi soggetti del terzo settore. L'operazione ha consentito di salvare sinora diverse decine di migliaia di vite umane strappate alle acque del Mediterraneo; tra loro, anche numerose donne (alcune in gravidanza) e minori (molti dei quali bambini).
Per l'accoglienza straordinaria dei migranti giunti in Trentino dopo essere stati soccorsi nell'ambito dell'operazione “Mare Nostrum”, è stato sottoscritto un protocollo di intesa fra Provincia autonoma di Trento e Commissariato del Governo per la provincia di Trento. Sul piano operativo i soggetti coinvolti sono il Cinformi del Dipartimento Salute e Solidarieta sociale e la Protezione civile, con la collaborazione del privato sociale. Gli oneri per la gestione del piano straordinario d’accoglienza dei migranti sono a carico dello Stato.
Il protocollo di accoglienza prevede l'erogazione dei seguenti beni e servizi:
– orientamento generale sulle regole comportamentali all’interno delle strutture, nonché sulla
relativa organizzazione
– orientamento all'assistenza sanitaria, da effettuare presso i presidi sanitari territoriali o medici di
base
– sostegno socio-psicologico
– generi alimentari
– assistenza linguistica e culturale
– informazione sulla normativa concernente l’immigrazione, sui diritti, doveri e condizione dello
straniero
– orientamento al territorio, informazione ed assistenza nei rapporti con la Questura competente
per l’inserimento nel sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati
– piccolo “pocket money”
– tessera telefonica
Sia i beni che i servizi da erogare sono stabiliti dallo Stato e valgono per tutto il territorio nazionale.

(ultimo aggiornamento: 21/03/2017)

credits | copyright e policy
Provincia Autonoma di Trento

©2007

Provincia Autonoma di Trento

pagine a cura del CINFORMI


38121 Trento (Italy)

via Lunelli, 4

tel +39 0461 491888

fax +39 0461 491899