Vai menu di sezione

Integrazione 2.0

"Integrazione 2.0" è il titolo della terza Azione che punta sulla promozione dei servizi di informazione qualificata, attraverso canali regionali e territoriali di comunicazione.

Video camera

Scuola, seconde generazioni (“2G”), associazionismo migrante, accesso ai servizi, formazione, comunicazione, dialogo, incontro e, naturalmente, integrazione. Sono solo alcune delle parole chiave delle 4 Azioni sviluppate nell’ambito del Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014-2020 aventi come capofila la Provincia autonoma di Trento. In particolare, l’Azione 3, denominata “Integrazione 2.0”, ha inteso valorizzare questi concetti chiave attraverso un progetto di comunicazione integrata che ha raccontato, fra l’altro, mission e iniziative delle altre Azioni FAMI.

Sono stati utilizzati i principali media: dal web alla carta stampata, dai social alla televisione, valorizzando il portale “Integrazione Migranti”. In particolare, sono stati realizzati in autoproduzione servizi di presentazione delle associazioni dei migranti attive sul territorio provinciale e servizi di approfondimento sulle attività svolte dalle altre Azioni progettuali. Tutti i video prodotti sono disponibili, fra l'altro, sul canale YouTube del Cinformi.

Il presente magazine “Cinformi news" è parte integrante dell’approccio crossmediale dell’Azione 3, al fine di raggiungere, con strumenti diversi, un pubblico più ampio e variegato. Accanto all’auto-produzione video e cartacea, l'Azione “Integrazione 2.0” ha visto anche lo svolgimento di due percorsi formativi di valenza sociale e strategica. La formazione era rivolta all’area comunicazione del Cinformi e ai referenti della comunicazione dei Comuni trentini. Il primo percorso ha permesso di acquisire competenze riguardo una correttezza narrazione del fenomeno migratorio. La formazione è stata curata da Paola Barretta dall'Associazione Carta di Roma, fondata nel dicembre 2011 per dare attuazione al protocollo deontologico per una informazione corretta sui temi dell’immigrazione. L’associazione lavora per diventare un punto di riferimento stabile per tutti coloro che lavorano quotidianamente sui temi della Carta, giornalisti e operatori dell’informazione in primis, ma anche enti di categoria e istituzioni, associazioni e attivisti impegnati da tempo sul fronte dei diritti dei richiedenti asilo, dei rifugiati, delle minoranze e dei migranti nel mondo dell’informazione.

Il secondo percorso ha permesso agli stessi partecipanti (area comunicazione del Cinformi e referenti comunicazione dei Comuni trentini) di imparare ad utilizzare in modo proficuo e strategico i social network, con particolare riferimento a Facebook, Twitter e YouTube.

Pagina pubblicata Mercoledì, 05 Dicembre 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 10 Dicembre 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto