Vai menu di sezione

Gli ambiti di intervento del Cinformi

I tre ambiti di intervento del Cinformi sono informazione (sportelli sul territorio, formazione per rendere i servizi capaci di rispondere ai bisogni diversamente espressi), sensibilizzazione (eventi e iniziative sul territorio, attività di studio e ricerca, progetto di comunicazione integrata) e accoglienza (richiedenti protezione internazionale, minori stranieri non accompagnati, vittime di tratta a scopo di sfruttamento).

globo terrestre

Informazione

L’informazione allo sportello sul territorio e la mediazione culturale si intrecciano per facilitare l’accesso ai servizi pubblici e la costruzione di relazioni positive. L’attività di formazione rende invece i servizi capaci di rispondere ai bisogni diversamente espressi dai cittadini immigrati. Ciò consente di colmare il divario di conoscenze derivante dalla specifica condizione di straniero che penalizza rispetto ai cittadini italiani, rendendo i migranti in grado di muoversi autonomamente sul territorio.

Sensibilizzazione

Monitorare costantemente l'immigrazione in provincia di Trento contribuisce a indirizzare più efficacemente le politiche che intendono smontare pregiudizi e timori infondati e favorire la coesione sociale. L'organizzazione di eventi e le iniziative attuate sul territorio, anche in sinergia con gli enti locali e il terzo settore, facilitano invece il dialogo e la conoscenza reciproca fra le diverse culture. Il progetto di comunicazione del Cinformi trasmette la reale fotografia dell'immigrazione, dotando la comunità dei necessari strumenti conoscitivi e interpretativi di fronte all'evoluzione del fenomeno.

Accoglienza

Il Cinformi gestisce, in collaborazione con il terzo settore, l'accoglienza in Trentino dei migranti forzati: richiedenti protezione internazionale, minori stranieri non accompagnati e vittime di tratta a scopo di sfruttamento. La gestione avviene nell'ambito di un protocollo di intesa fra Provincia autonoma di Trento e Commissariato del Governo. Sul piano operativo i soggetti coinvolti sono il Cinformi con la collaborazione del privato sociale. 

Pagina pubblicata Giovedì, 27 Settembre 2018 - Ultima modifica: Sabato, 12 Gennaio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto